Per non dimenticare

Chi era Matteo vi chiederete, perché un intero paese ha espresso la sua solidarietà?

A questa domanda vorremmo rispondere noi, i suoi amici, coloro che hanno avuto l’onore di conoscerlo nel fiore dei suoi anni.

“Nessuno muore se vive nel cuore di chi resta”.
E’ un post che gli hanno scritto sul suo profilo facebook ed è proprio così; Matteo vivrà per sempre nei nostri ricordi e quelli nessuno ce li porterà via…


Ricorderò sempre i suoi occhi sinceri, innocenti come quelli di un bambino, il suo non conoscere la malizia e la malvagità, la sua estrema generosità, il suo altruismo che lo faceva essere sempre pronto a precipitarsi per un amico in difficoltà, il suo sorriso contagioso. Questo è ciò che ci ha lasciato, ci ha fatto capire che queste sono le caratteristiche che dobbiamo fare nostre per migliorare noi stessi, le nostre vite, e di conseguenza quelle degli altri , per assomigliare un po’ di più alla meravigliosa persona che è stata per noi, ha donato energia positiva ed ha migliorato chi gli è stato vicino.


Ricorderò quando andavamo al mare e cantavamo a squarciagola. Gli piaceva la musica, gli piaceva ascoltarla in macchina e non si poteva assolutamente cambiare canzone neanche quando partivano quelle deprimenti; ma noi cantavamo, ridevamo ed era tutto fantastico. Lo ricorderò così sorridente, felice.


Lo Ricorderò vestito da gladiatore in una delle feste a casa sua, per lui ogni occasione era buona per fare festa, per stare insieme e far divertire i suoi amici, questo perché era una persona estremamente generosa ed altruista, questo lo rendeva diverso, una persona speciale, migliore. Lo ricorderò vestito così, da gladiatore, forte, fiero. Come recita una frase di questo film “ci rincontreremo un giorno…… ma non ancora” nel frattempo proteggici e continua ad amarci.


Ricorderò quando mi sorprese con un fiore per strapparmi un sorriso quando tutto non andava. Per tutti era il “Macedone” ma per pochi era anche il “Ragassetto”, che con uno sguardo ed un semplice abbraccio ti dimostrava che c’era, sempre. Lo ricorderò così, sempre pronto ad aiutarmi.


Lo Ricorderò forte , come un guerriero, esattamente come dice la canzone, sarà la mia roccia, asciugherà il mio pianto, mi difenderà da tutto , veglierà su di me, mi darà la forza. Sempre.


Lo Ricorderò giocare a calcio , lui era uno che non mollava.


Lo Ricorderò raccontando della grande persona che era, le sue virtù e il suo sguardo profondo in grado di rassicurare coloro che gli erano accanto. Ricorderò la sua indole passionale, pronta a combattere per ciò che amava e per le idee in cui credeva.


Ricorderò sempre le nostre partite a Risiko, sempre i carrarmatini neri, sempre la macedonia. Manchi. Tanto.


Ricorderò i tuoi sogni e combatterò affinché si realizzino.


Lo Ricorderò come compagno di squadra unico, persona sincera, un tifoso vero.


Ricorderò quando condividevamo la nostra passione, la Roma , le trasferte, i derby, il modo in cui cantava con le braccia al cielo unendo la tua voce con quella della curva. Ora canto io Macè, canto per te. Canto alzando le braccia al cielo immaginando che tu sia lì a guardare la partita, con le braccia aperte, ma stavolta per abbracciarmi, per proteggermi.


Ricorderò quando si è presentato sotto casa all’improvviso, con il suo sorriso contagioso con in mano i biglietti del concerto di Ligabue. L’ho smontato dicendo... “non amo i concerti”, lui si è irrigidito e mi ha detto “Sali in macchina, ti faccio ricredere io”. Quella fu una delle serate più belle della mia vita, ci siamo ritrovati abbracciati ad urlare contro il cielo, convinti che non sarebbe mai finita.


L’associazione culturale “Tutti uniti per Matteo” è quell’urlo, il nostro urlo verso il cielo.


“L’eco di un cuore che ancora c’è non spenge la fiamma accesa per te” è la frase che abbiamo scritto per la fiaccolata in sua memoria che si è svolta ad un mese dalla sua scomparsa, è questo lo spirito che ci unisce. Mantenere vivo il suo ricordo perché come dice Ligabue , il suo cantante preferito, “QUA C’E’ TUTTO A DIRE CHE CI SEI”.


Home

Gallery

Social


News

28/ Mag
2015

Attestato di Benemerenza AIVIS.
Un ulteriore passo per la nostra associazione

L'AIVIS - Associazione italiana vittime e infortuni della strada - ha conferito alla nostra associazione l'attestato di Benemerenza. Un ulteriore passo per...

Leggi tutto
07/Mag
2015

Diretta Radio Rai uno.
Intervista da parte del giornalista Stefano Mensurati alla mamma di Matteo

La testimonianza della mamma di Matteo ucciso sulle strisce pedonali nel pieno centro di Rocca Priora da un drogato, recidivo e che viaggiava senza assicurazione, ma che non è mai stato arrestato... Leggi tutto